La Bufala



Secondo alcuni studiosi il bufalo italiano deriverebbe da esemplari di bufalo introdotti in epoca longobarda nell'Italia Meridionale, dagli Arabi in Sicilia, per essere poi diffusi dai Normanni, mentre secondo altri sarebbe stato allevato in Italia fin dall'epoca greca e romana. Altri ancora sostengono l'origine autoctona, ipotizzandone inoltre una diversità Filogenetica.

Le peculiari caratteristiche del latte di bufala unitamente ad un tipo di lavorazione ancora artigianale sono alla base di un successo che il latte bovino, proprio perché anonimo e lavorato con tecniche industriali, ha ormai perso. La bufala allevata in Italia è, quasi certamente, un raro esempio di una specie la cui evoluzione è inscindibile da quella del suo prodotto: la Mozzarella di Bufala. Dalla sua comparsa nella nostra Penisola è certo che essa non ha subito influenze da parte di altri genotipi, raro esempio di "purezza della razza" riscontrabile solo in specie in via di estinzione e che, giustamente, le ha fatto attribuire la denominazione di "Bufala Mediterranea italiana".